Mimmo Pesce Figlio Autistico

Mimmo Pesce Figlio Autistico, L’ultimo degli ultimi, di sicuro. Nonostante questo, lo ripete ancora e ancora, come se fosse un mantra. La parola “disabilità” non è mai stata usata nei primi tempi, nemmeno nelle dichiarazioni dei politici e nelle ordinanze originarie. Alla fine, è una questione di famiglia, il che significa che sarà sempre una loro preoccupazione”.

Mimmo Pesce Figlio Autistico
Mimmo Pesce Figlio Autistico

Il Progetto Gli Sgusciati, che fa capo all’associazione La Tenda Odv di Novate Milanese, ha invitato Tommy tra i suoi ospiti. Anche sua moglie è un membro di questa realtà, poiché ricopre il ruolo di presidente dell’organizzazione.

‘La difficoltà con questi ragazzi in generale è che le strutture sono chiuse: asili nido, privati, cliniche riabilitative o specifiche come quella frequentata da Tommy’. Ovviamente abbiamo dovuto chiudere anche il nostro centro.

Non c’era un punto di riferimento fondamentale per i bambini e i ragazzi». A Novate Milanose sono iscritti una quindicina di bambini e ragazzi.

Inserire queste strutture nella Fase 2 è la nostra migliore scommessa per un’apertura sicura. Che anche questi centri abbiano un indirizzo. Sappiamo che ne parleremo a settembre, ma mancano ancora tre o quattro mesi.

Un numero spropositato. Anche i campi estivi di Sgusciati, che in genere sono un gradito ristoro per la famiglia, quest’anno saranno assenti, quindi abbiamo preventivato di conseguenza. Riapertura delle attività, ritorno dei genitori al mondo del lavoro e cosa faremo con tutti questi bambini?”

CASTELLANZA Difficile immaginare un simbolo più calzante dell’evento di solidarietà del giovedì sera dell’Inter Club Ganasa al Castellanza Caffè Club di Alessandro, giovane tifoso autistico dell’Inter che saltò e cantò “Capitone nella rete”, l’inno ufficiale del Napoli dopo la vittoria del Qsvs.

Mimmo Pesce Figlio Autistico
Mimmo Pesce Figlio Autistico

Una batosta di stereotipi e disparità nel canto. Sì, perché quando una buona causa è a rischio, tutti si uniscono, le bandiere si abbassano e il sostegno è ciò che conta.

Con la paura del contagio da Covid intensificata dalla routine quotidiana, dalla letargia e dalla stanchezza, arriva l’incubo di situazioni incontrollate e innumerevoli rischi sia per i bambini che per gli adulti.

Mentre lavoravano come “Autism Manager”, hanno deciso di videoconferenza dalle loro case e inviare un “messaggio” a “reti unificate”, che è una frase satirica per coloro che concepiscono di risolvere i problemi creando acronimi di nuovi esperti immaginari, come loro due.

Hanno scelto di “colpire” dal loro impegno a partecipare a “eventi una tantum che non portano un chiaro vantaggio” poiché erano stanchi di loro”.

Secondo Pesce, il nostro 2 aprile sarà quello che ricorderemo per il resto della nostra vita. Il 1° gennaio comincio e finisco il mio 2 aprile”.

Mimmo Pesce Figlio Autistico
Mimmo Pesce Figlio Autistico

Molte organizzazioni teatrali gli hanno dato esperienza sul palcoscenico; le serate di cabaret e di direzione diventano la vera palestra dal vivo: eventi di piazza, palazzi, locali e laboratori comici lo portano in giro per l’Italia. Ha acquisito molta esperienza sul palco.