Sebastiano Visintin Figli

Sebastiano Visintin Figli, Il coniuge di Liliana Resinovich, Sebastiano Visintin, ha parlato alle telecamere di “Storie Italiane”, che va in onda su Rai Uno. Tanto per cominciare, è importante notare che Visintin ha recentemente dichiarato in un’intervista di temere di non potersi difendere, al punto da chiedere il sostegno dei giornalisti al servizio registrato dall’inviata del programma di Eleonora Daniele. , Edoardo Lucarelli: “Ti ho chiamato perché ho bisogno di te, ho ancora bisogno di te, perché la verità deve venire fuori”. E ancora: “Avrò sempre sulle spalle il peso del sospetto”.

Sebastiano Visintin Figli
Sebastiano Visintin Figli

Secondo una dichiarazione rilasciata da Sebastiano Visintin la notte della morte di Liliana Resinovich su Rai Uno, il corpo di una donna è stato ritrovato in due sacchi neri e le sue osservazioni sono state trasmesse in televisione” ha commentato l’uomo: “Penso a lei, capisci? “Posso solo immaginare il dolore e l’angoscia che deve aver provato. E se? Cosa sta succedendo? “Per ora.

“Non mi hanno detto nulla”, ha detto Liliana Resinovich delle circostanze che circondano la sua morte. Secondo me è la cosa peggiore che mi sia mai capitata. Lentamente, sto migliorando da alcuni giorni. La notte, invece, prende vita propria; non riesco a dormire. Il mio corpo si ribella, trema, vibra e si rifiuta di lasciarmi rilassare o dormire. Ho bisogno di sapere cosa è successo e voglio sapere perché è successo.

Nel caso in cui qualcuno abbia fatto qualcosa o ritenuto necessario andarsene… non posso escludere la possibilità che Liliana si sia suicidata, visto quanto appariva pacifica nelle immagini con il suo ciuffo leggero. Non riesco ancora a credere che se ne sia andato, e devo entrare e dire: “Basta, se n’è andato”, perché amava così tanto la vita “..

Lunedì 10 gennaio l’autopsia determinerà se il corpo ritrovato nella boscaglia nei pressi dell’ex istituto psichiatrico del San Giovanni sia quello del 63enne scomparso. Quando i due sacchi neri dell’immondizia contenenti le ossa furono aperti, si scoprì che i resti erano intatti.

Sebastiano Visintin Figli
Sebastiano Visintin Figli

Le autorità ritengono che ci sia un'”alta probabilità” che il corpo trovato nel bosco appartenesse a Resinovich. Nel quartiere di San Giovanni, la donna aveva lasciato la sua abitazione senza aver tolto i due cellulari. Stava per aiutare il suo amico di 82 anni, che da quattro mesi veniva ad aiutarlo nelle faccende domestiche ogni martedì.

Il marito di Liliana Resinovich, 62 anni, Sebastiano Visintin, è stato convocato alla Questura di Trieste per l’identificazione del corpo ritrovato in due sacchetti di plastica nera in una parte boscosa del parco dell’ex ospedale psichiatrico. Adnkronos viene insegnato questo.

“Ho aspettato di presentarmi alla stazione di polizia fino alle 22 perché speravo che fosse a casa. Non ho scritto il giorno seguente. Poiché abbiamo avuto una relazione fantastica, mi dispiace che suo fratello la pensi allo stesso modo per me. Abbiamo fotografato la laurea di nostra figlia a Udine più di un mese fa, ci siamo sempre stati l’uno per l’altro nel momento del bisogno e abbiamo anche fatto la spesa in gruppo “E’ vero.

La donna, ex dipendente della Regione Friuli Venezia Giulia, è stata trovata morta in mezzo alla giungla, accovacciata in posizione fetale e ricoperta da due borse nere. La sua morte rimane un mistero, così come le ragioni della sua assenza e il motivo per cui il suo corpo si trovava lì.

Sebastiano Visintin Figli
Sebastiano Visintin Figli

Nonostante il suo coniuge sia apparso esausto dopo il riconoscimento, ieri è intervenuto su Ore 14 di Raidue. “Il mio cuore ha perso un battito quando mi hanno mostrato le sue foto. L’orologio rosa che avevo regalato a Lilly e la giacca che indossava hanno subito suonato un campanello con me” Con l’aiuto di un giornalista dello Stato, ha dichiarato Visintin.