Franco Causio Età

Franco Causio Età, Negli anni ’60, ’70 e ’80, Franco Causio ha giocato per la Juventus, dove ha vinto la Coppa del Mondo FIFA nel 1982 e ha giocato per diversi anni negli anni ’60, ’70 e ’80. Nel corso della sua carriera, è stato soprannominato “Il Barone” per via del suo talento sul campo, della sua educazione ben educata e del suo approccio alla vita equanime.

Franco Causio Età
Franco Causio Età

Ha fatto il suo debutto in Italia il 29 aprile 1972, in uno 0-0 con il Belgio in una partita di qualificazione europea per il torneo del 1972. Durante i Mondiali del 1974 e il Mondiale del 1978, ha fatto parte della squadra italiana che è arrivata rispettivamente quarta ed è passata alle semifinali in entrambi i tornei.

Ha anche giocato per l’Italia agli Europei del 1980 in Italia, dove hanno concluso al quarto posto dopo un’apparizione in semifinale. È meglio conosciuto per il suo tempo con la nazionale di calcio italiana, che ha vinto la Coppa del Mondo 1982. È il giocatore italiano più espulso di sempre, insieme a Giancarlo Antognoni e Daniele De Rossi, con due espulsioni ciascuno nella sua carriera internazionale.

Franco Causio: è nato a Lecce ed è cresciuto giocando nelle giovanili della sua città natale. Tra i club in cui ha giocato ala destra c’erano Reggina, Palermo, Juventus, Udinese, Inter e Lecce.

Quando ha giocato per i bianconeri a Torino dal 1970 al 1981, il “barone” (il suo soprannome) ha vinto sei scudetti, Coppa Uefa e Coppa Italia dopo aver realizzato 304 partite di Serie A (segnando 49 gol).

Come membro della nazionale italiana, ha giocato 63 partite, segnando sei gol e aiutando l’Italia a vincere la Coppa del Mondo 1982. È stato un opinionista ospite in programmi televisivi.

Franco Causio Età
Franco Causio Età

Franco Causio è nato il 1 febbraio 1949 a Lecce, in Abruzzo. Nella stagione di Serie C 64-65 esordisce da professionista con la rosa salentina. Nella terza serie torna alla Sambenedettese prima di acquistare la Juventus nel 1966. Pur non giocando nella sua prima stagione, lo fa l’anno successivo, nel 1968, quando esordisce in MLS nella massima serie.

Alla Reggina e al Palermo prima di tornare alla Juventus nel 1970, ha vinto sei scudetti, la Coppa dei Campioni 1976-1977 e la Coppa Italia 1978-1979 in anni consecutivi.

A 23 anni esordisce in nazionale maggiore contro il Belgio in un’amichevole sotto la guida dell’allenatore Valcareggi durante i Mondiali del 1974. Successivamente, prende parte alla spedizione mondiale del 1978 e segna il gol della vittoria contro il Brasile in finale per assicurarsi il terzo posto. Successivamente, vince la Coppa del Mondo 1982 con due presenze sotto la guida dell’allenatore Bearzot, che gli regala l’ultimo minuto nella finale contro la Germania Ovest.

Quando si trattava di espressione artistica della scuola italiana, Claudio Sala e il suo successore Bruno Conti furono tra gli ultimi esempi eccezionali. Era un campione di livello mondiale il cui talento “brasiliano” era solitamente abbagliante ma a volte sembrava beffardo. Più di ogni altro allenatore (anche Trapattoni, con cui ha trascorso la sua stagione di maggior successo alla Juventus), Enzo Bearzot lo ha riconosciuto.

Dopo aver vinto la Coppa del Mondo in Argentina nel 1970, Bearzot ha formato la squadra nazionale che avrebbe vinto il torneo in Spagna nel 1982. Per mostrare il suo apprezzamento, Causio ha iniziato sia la partita di campionato che un’amichevole contro il Perù.

Franco Causio Età
Franco Causio Età

Solo pochi giocatori italiani hanno saputo ‘curare’ palla come lui, ottenendo diversi gol per i compagni (da Bettega a Virdis, da Paolo Rossi a Graziani). Si è esibito fino all’età di 39 anni.