Tore Fazzi Età

Tore Fazzi Età, È in Sardegna che i cinque musicisti della band di Tommaso Usai (bt), Piero Fazzi (ch), Tore Fazzi (bs), Piero Pischer (ch) e Pino Ambrosio (pn) hanno iniziato a suonare il loro complesso di collage. Massimo Dicicco, un produttore, si accorge della band e permette il debutto del gruppo nel 1975 registrando il primo singolo, Angeli errati.

Di conseguenza, il gruppo firmò con l’etichetta Harmony di Walter Guertler e vinse il Festival di Castrocaro nel 1976 con la canzone Two Boys in the sun, che portò loro un enorme successo.

Nei primi anni ’90 i restanti fratelli Fazzi (tra cui il violinista e valido tastierista Mario Chessa) iniziano a sperimentare nuove sonorità, che portano al rilancio artistico e discografico del gruppo con il CD replay e, nel 2000, l’album antologico Settantaseiduemila, che contiene anche composizioni originali dei fratelli Fazzi (oltre ad alcune nuove).

Tore Fazzi Età
Tore Fazzi Età

Nel 2003 nascono le nuove atmosfere di Abitudine e no, un album musicalmente aperto e sofisticato dove echi jazz e groovy si fondono rivisitando alcuni brani antichi, mentre in altri le melodie italiane si vestono di sonorità e ritmi rock blues. L’atteso live album e il nuovo brano, Non ti dimenticherò, uscirà nel 2010 dopo tanti anni di attesa. Nell’agosto 2008, Muro Leccese, in Italia, ha ospitato un concerto che è stato registrato (Lecce).

Il primo nucleo del gruppo si forma ad Olbia nel 1971 quando MAL P2 e Gli angeli dei fratelli Piero e Tore Fazzi di Alà dei Sardi si unirono. Il nome Collage deriva dall’omonimo album di Le Orme. Piero Pischedda, il chitarrista olbiese, ha ideato il concept, che è stato messo insieme dal sassofonista/manager della band Paoluccio Masala.

Tore Fazzi suona il basso e canta con la band, mentre Luciano Degortes, il cantante originale della band, lascia nel 1974. La prima formazione della band comprendeva Masino Usai alla batteria con Piero Pischedda alla chitarra solista, il napoletano Pino Ambrosio alle tastiere e al canto, e Tore Fazzi al basso e al canto. per il gruppo, così come per il servizio militare

Dopo aver suonato in Sardegna, il quintetto è stato invitato ad esibirsi al festival di Castrocaro nel 1972 e ha cantato il loro brano Tu che stai al tutti. Nel 1975 Massimo Di Cicco, produttore, nota la band e permette loro di registrare il brano Angeli Errati, che diventerà il loro primo singolo.

Dopo un periodo di riflessione e alcune defezioni, i fratelli Fazzi, gli unici superstiti della formazione originaria, iniziano a sperimentare nuove sonorità che caratterizzano un nuovo percorso artistico all’inizio degli anni Novanta; il rilancio discografico avviene con l’album CD Replay del 1994 e, nel 2000, con l’album antologico Settantaseiduemila al al.

Piero Pischedda, 63 anni, membro fondatore dei Collage, è scomparso ad Olbia, in Italia, il 14 agosto 2019. Hanno vinto il Festival di Castrocaro con “Due ragazzi al sole” (nel 1976) e si sono piazzati secondi al Sanremo Festival con “Tu mi rubi anima” (1977), formatosi ad Olbia negli anni ’70. Erano Piero Pischedda, Masino Usai, Pino Ambrosio, Tore Fazzi e Piero Fazzi fino al 2000, anno in cui si tenne l’ultima riunione ufficiale del gruppo. È morto uno dei più grandi chitarristi di tutti i tempi.

Tore Fazzi Età
Tore Fazzi Età

Abbiamo passato insieme gli anni migliori della nostra carriera, compreso l’acquisto della nostra prima bici e tanti momenti memorabili. Il compianto Tore Fazzi compose “RIP”, come tributo alla memoria del suo compagno di viaggio scomparso da tempo. Pischedda, la voce di Collage, è stata intervistata da Olbia Nova e ha ricordato: “E’ stato il mio primo grande amico soprattutto agli inizi del nostro gruppo. Essendo il più giovane, io e lui siamo stati sempre vicini. Abbiamo preso una moto per due così che potevamo andare in spiaggia insieme, il totale era di ventimila lire: diecimila a testa, per noi fu un felice incidente.