Pierpaolo Spollon Età

Pierpaolo Spollon Età, L’attore padovano Pierpaolo Spollon ha 32 anni. “La porta rossa”, “La pupilla” e “Che Dio ci aiuti” sono solo alcuni degli spettacoli a cui ha lavorato con Luca Argentero e Matilde Gioli per i quali è noto. Oltre ad apparire nella serie televisiva Blanca, Pierpaolo Spollon è anche il protagonista del film.

Pierpaolo Spollon Età
Pierpaolo Spollon Età

Pierpaolo Spollon è nato a Padovail, in Italia, il 10 febbraio 1989. Pierpaolo, nonostante il desiderio di una figlia della madre, è figlio unico, secondo il piano. A differenza di sua madre, ha un padre che è un commissario militare. Spollon ha un’educazione molto rigida in casa, ma preferisce usare la sua immaginazione per viaggiare, giocare con i lego, costruire e disegnare. In realtà non ci sono videogiochi come la Playstation in casa sua.

Tuttavia, sua madre lo spinge a frequentare un liceo scientifico nonostante sia un appassionato d’arte. Per la maggior parte, l’educazione di Pierpaolo è stata tranquilla; è stato rifiutato più volte prima di rendersi conto che la recitazione è la strada che lo porterà al successo. La giusta distanza di Mazzacurati è stata un’audizione a cui potevano partecipare solo studenti di seconda e terza elementare nel 2008, mentre era ancora al liceo.

Per sua fortuna, è ancora terzo, quindi ha l’opportunità di partecipare. Il provino di Pierpaolo va malissimo, ma Alex Infascelli lo nota e lo introduce nel mondo dello spettacolo.

Nell’ambito del Centro Sperimentale, Pierpaolo si trasferisce a Roma per perseguire il suo sogno di diventare attore, dove studia con Gisella Burinato e Beatrice Bracco.

Nella famiglia Spollon nacque solo Pierpaolo Spollon. Suo padre è un commissario e sua madre è rispettivamente un membro dell’esercito. Di conseguenza, nonostante sia cresciuto in una famiglia con molte regole, Spollon è stato comunque in grado di usare liberamente la sua immaginazione. La famiglia di Pierpaolo non possedeva una Playstation o un altro sistema di gioco simile. Al liceo voleva studiare arte, ma sua madre lo incoraggiò a studiare scienze.

Pierpaolo Spollon Età
Pierpaolo Spollon Età

Non sappiamo molto della vita personale di Pierpaolo Spollon, ma grazie al sito dell’agenzia Link Art possiamo saperne di più sulla sua formazione e carriera cinematografica. Doc – Nelle tue mani e l’attore dell’allievo parla correntemente italiano e inglese e ha completato la sua formazione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma nel 2016.

Nel 2009 esordisce in televisione nella miniserie In nome del male, e in Terraferma, dove interpreta Stefano, due anni dopo debutta sul grande schermo come produttore.

Nel 2012 è apparso in una puntata de Il Giovane Montalbano. Nello stesso anno Pierpaolo Spollon ha avuto successo anche nella narrativa, con opere come Un passo dal cielo e Una grande famiglia.

Non sappiamo nulla della vita personale di Pierpaolo Spollon, quindi non possiamo dirvi se è fidanzato o meno. Sebbene sembri essere una persona estremamente riservata, non ha pubblicato alcuna foto di se stesso sui social media che indicherebbero il contrario. Tuttavia, se ci sono notizie dell’ultima ora, puoi contare su di noi per tenerti informato.

È l’unico figlio di un commissario e di un’infermiera dell’esercito; anche suo padre è un commissario. Nonostante il suo desiderio di frequentare la scuola d’arte da adolescente, sua madre lo incoraggia a studiare scienze. Dopo essere stato rifiutato per diversi lavori come attore, Pierpaolo si rende finalmente conto che la sua vera vocazione è recitare. Quando ha fatto il provino per il film La giusta distanza del maestro Mazzacurati, si è comportato male ma è stato notato dal regista Alex Infascelli, che lo ha introdotto nel mondo dello spettacolo. Per la sua carriera di attore si trasferisce a Roma e si iscrive al Centro Sperimentale.

Pierpaolo Spollon Età

È l’unico figlio di un commissario e di un’infermiera dell’esercito; anche suo padre è un commissario. Nonostante il suo desiderio di frequentare la scuola d’arte da adolescente, sua madre lo incoraggia a studiare scienze. Dopo essere stato rifiutato per diversi lavori come attore, Pierpaolo si rende finalmente conto che la sua vera vocazione è recitare.

Quando ha fatto il provino per il film La giusta distanza del maestro Mazzacurati, si è comportato male ma è stato notato dal regista Alex Infascelli, che lo ha introdotto nel mondo dello spettacolo. Recitare era il suo obiettivo, quindi si trasferì a Roma per entrare a far parte del Centro Sperimentale.