Teresa De Sio Malattia

Teresa De Sio Malattia,Oltre ad essere una donna affascinante, Giuliana De Sio è una delle attrici più talentuose e acclamate del panorama cinematografico e televisivo italiano. È apparsa in numerosi film, tra cui “Il polpo” con Michele Placido, “La bellezza delle donne” con Claudia Puig e “Onore e rispetto” con Michele Placido. Ha anche vinto due David di Donatello nella categoria migliore attrice per “Io, Chi, Chi”.

Teresa De Sio Malattia
Teresa De Sio Malattia

Giuliana De Sio, invece, nata il 2 aprile 1956 (oggi ha 65 anni), è entrata per caso nel mondo della Settima Arte: a 18 anni si è trasferita a Roma ospite di un’amica, dove si innamora del carismatico leader del famoso comune hippy di Terrasini, con il quale ha vissuto per diverse settimane prima di tornare in provincia di Salerno, dove ora vive.

Per passare il tempo tra oggi e le sue prossime audizioni per un ruolo in teatro e televisione, incontra Alessandro Haber, con il quale avrà una storia d’amore appassionata e duratura. Questo la ispira a provare per un ruolo di attore e porta con sé le foto di se stessa scattate da un agente alle audizioni.

Questa settimana è tornata alla ribalta dopo essere stata ricoverata in ospedale a Roma per alcuni giorni a causa di un’infezione da Coronavirus. Dopo alcuni giorni difficili, è riuscita a riprendersi e ha postato un messaggio sulle sue pagine Facebook e Instagram in cui annunciava la sua piena guarigione.

Un’embolia polmonare e una trombosi venosa profonda in una delle sue gambe si sono verificate a Capodanno 2011 e hanno reso necessaria il suo ricovero in ospedale sul posto. a causa di forti dolori al petto causati da pleurite e polmonite. Dopo alcuni giorni in ospedale, l’attrice è tornata alla normalità. Allo stesso modo,

Ad oggi non si conoscono gli attuali amici o conoscenti di De Sio. Non si è mai sposato e non sembra avere figli, e ha espresso il suo desiderio di averli in passato. “A 18 anni non ero pronta e ho abortito, anche se all’epoca l’aborto non era legale”, ha detto in un’intervista. Le mie gravidanze sono terminate prematuramente altre quattro volte quando avevo quattro mesi e non ho potuto avere altri figli.

Teresa De Sio Malattia
Teresa De Sio Malattia

L’inseminazione artificiale non ha funzionato per me cinque o sei volte. Recentemente un medico mi ha spiegato che forse la mia tendenza a coagulare eccessivamente, chissà, forse sarebbe bastato prendere un farmaco”.

Il pensiero di tutti va a Teresa de Sio (cantautrice e scrittrice originaria di Napoli) per parlare di questo momento particolare in cui non è stato facile affrontare al telefono il lockdown e anche la fine di un amore, come la famosa sorella Giuliano de Sio torna in tv.

Nel talk show estivo di Pierluigi Diaco, Me & You, ha confermato: “Sono stata a casa per due mesi e mezzo, senza terrazzo né giardino, e non stavo bene”. Quando ha ricevuto una chiamata da un uomo che ha avuto l’audacia di porre fine alla loro relazione al telefono piuttosto che affrontarla faccia a faccia, la solitudine è diventata insopportabile.

Giuliana De Sio si è trovata di fronte a una forma Covid particolarmente aggressiva nel marzo del 2020. Ho parlato con lei al telefono stamattina e sembrava di buon umore. Hai accennato a quanto sarebbe inimmaginabile vivere in un ambiente così solitario. Senza nessuno con cui parlare, è un’esperienza straziante essere intrappolati in una stanza con un respiro che va e viene. Dopo essere stata dimessa dall’ospedale, ha dovuto affrontare una difficile sfida mentale. Grazie alla forza della sua mentalità, tuttavia, riuscì a perseverare nel periodo di isolamento. Non era la morte a spaventarla di più; veniva preso in trappola. Non avere nessuno a cui rivolgersi per chiedere aiuto era per lei una vera fonte di paranoia.

Teresa De Sio Malattia

Sebbene l’attrice abbia attraversato un periodo difficile, ha la fortuna di essere sfuggita alla malattia che ha causato la morte di così tante persone in Italia e nel mondo. Un’esperienza straziante che ha superato con forza d’animo e capacità di perseverare di fronte alle avversità.