Carlo Nordio Età

Carlo Nordio Età, E inserendo un “non politico” nella quota del Veneto, il governo ha deciso di adottare misure non solo al governo, ma anche alla coalizione. Carlo Nordio, invece, di chi parli? Stiamo parlando di un pubblico ministero della magistratura italiana che è stato definito dai media un pubblico ministero “duro e puro”.

Trevigiano è entrato in magistratura nel 1977, quando fare il magistrato era più una missione suicida che l’adulazione della procedura. Carlo Nordio Trevigiano è nato nel 1947.

Carlo Nordio Età
Carlo Nordio Età

Inoltre, era a capo del ramo delle Brigate Rosse di Tangentopoli, che aveva alcuni fascicoli in fiamme contro l’ala delle Brigate Rosse Veneziane.

Dopo il ritiro nel 2017, Nordio ha continuato a tenere d’occhio le sue attività. In qualità di componente della Commissione parlamentare per il terrorismo e le stragi, ha ricoperto il ruolo di Presidente della Commissione per la riforma del codice penale, e di Coordinatore delle Commissioni di studio di Palazzo Chigi e del Ministero per gli Affari regionali sullo statuto degli amministratori locali , ha competenze istituzionali mirate.

Dal 1977 è magistrato a Venezia, dove è stato sostituto procuratore e titolare dell’inchiesta sul MOSE di Venezia. È stato il protagonista della celebre stagione di Mani Pulite con l’inchiesta sulle cooperative rosse, di cui è stato protagonista.

Dopo aver condotto indagini sui sequestri delle Brigate Rosse e su Tangentopoli negli anni ’80, ha continuato a indagare sulle Brigate Rosse venete negli anni ’90.

È stato membro della Commissione parlamentare sul terrorismo e della Commissione ministeriale sulla riforma del codice penale.

Dopo aver servito come sostituto procuratore pubblico di Venezia fino al 2017, si è concentrato su crimini economici, corruzione e negligenza medica.

Ha collaborato con diverse testate legali, tra cui Il Tempo, Il Messaggero e Il Gazzettino. Nel 2010 ha collaborato con l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia a un libro intitolato Aspettando giustizia. Indagine sulla possibilità di riforme (Guerini e Associati).

A causa della sua età, è stato costretto a ritirarsi nel febbraio di quest’anno. Attualmente sta lavorando con Il Messaggero alla nuova musica. La Fondazione Luigi Einaudi Onlus lo ha nel consiglio di amministrazione dal 5 dicembre 2018.

Nel 1947 nasce a Treviso Carlo Nordio. Per il suo lavoro sull’indagine del MOSE a Venezia e sulle indagini delle Brigate Rosse degli anni ’80, questo ex magistrato ha acquisito notorietà e notorietà nel suo campo. In qualità di magistrato, è in servizio dal 1977.

Anche Mani Pulite (Mani Pulite) e Tangentopoli (Tagentopoli) sono state indagate da lui. Presidente della Commissione Ministeriale per la Riforma del Codice Penale e consulente della Commissione Parlamentare sul Terrorismo.

Carlo Nordio Età
Carlo Nordio Età

Ha servito come sostituto procuratore a Venezia fino al suo pensionamento nel 2017. Molte pubblicazioni legali e giornali hanno collaborato con lui e nel 2010 ha pubblicato un libro intitolato Waiting for Justice.

Discussione in corso su possibili riforme (insieme all’ex vice e sindaco di Milano Giuliano Pisapia). Da fine 2018 è consigliere di amministrazione della Fondazione Luigi Einaudi Onlus, Onlus.

Numerosi periodici e giornali legali, come Il Tempo, Il Messaggero e Il Gazzettino, hanno pubblicato in passato opere della procura. Ha co-scritto un libro nel 2010 con l’ex vicesindaco di Milano Giuliano Pisapia dal titolo “Aspettando giustizia”.

Indagine sulla possibilità di riforme (Guerini e Associati). Si è dimesso dalla sua posizione nel febbraio dello scorso anno. La sua nomina nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Luigi Einaudi Onlus è effettiva dal 5 dicembre 2018.

Nei primi anni ’80 è stato gip a Venezia, poi pubblico ministero, e ha indagato sulle colonne delle BR e sui sequestri.

“Politica di discrezione” ha escluso un’indagine su Matteo Salvini, ha detto, riferendosi alla gestione dei migranti da parte di Salvini sulla nave Diciotti.

Dopo aver studiato per un decennio la Tangentopoli veneziana, ha formulato una serie di teorie sulle attività criminali della coop rossa. Un susseguirsi di incarichi, da sostituto procuratore a vicario a procuratore capo della Procura della Repubblica di Venezia, è iniziato nel 2009 e continua ancora oggi.

Per quanto riguarda l'”insaziabile avidità e l’assoluto disinteresse per la gestione della cosa pubblica” della prima Tangentopoli, l’indagine del Mose è la più significativa.

Secondo Giorgia Meloni, il centrodestra potrebbe trovare attraente il suo nome, ma potrebbe anche aiutarlo a ottenere un consenso più ampio rispetto agli altri partiti.

Carlo Nordio Età

Abbiamo aggiunto alla lista dei candidati Carlo Nordio, figura apolitica, perché ha una solida formazione accademica e non è affiliato a nessun partito politico. “Ho chiesto che la rosa fosse estesa anche a personalità che non hanno un background politico, e per questo abbiamo aggiunto il nome Carlo Nordio”, ha detto Meloni.