Età Valerio Mastandrea

Età Valerio Mastandrea, La prima cosa bella ha vinto a Mastandrea il David di Donatello come miglior attore nel 2010. Sia il David di Donatello come miglior attore che il David di Donatello come miglior attore non protagonista gli sono stati assegnati nel 2013 per le sue interpretazioni in Balancing Act e Long Live Freedom, rispettivamente.

Età Valerio Mastandrea
Età Valerio Mastandrea

Candidato a dieci David di Donatello, ne ha portati a casa quattro: per La prima cosa bella, Gli equilibristi, Viva la libertà e Fiore, tutti per la sua recitazione in quei film. Le sue altre opere includono: In una barca a vela nella direzione sbagliata, L’odore della notte, N – Napoleone ed io, Tutta la vita davanti, Un giorno perfetto, Romanzo di un massacro e Perfetti estranei. Don’t be bad di Claudio Caligari, che ha prodotto nel 2015, è un esempio del suo lavoro.

Valerio Mastandrea, originario della Garbatella, è un noto attore italiano. Era la sua ambizione per tutta la vita entrare nell’industria dell’intrattenimento, e l’ha fatto in un modo insolito.

Fu all’età di vent’anni che questo giovane chiese per la prima volta di apparire nello spettacolo di Maurizio Costanzo; il giornalista ha prontamente risposto favorevolmente, facendo di lui uno degli ospiti più assidui della trasmissione.

Quando si è cimentato per la prima volta nel cinema nel 1994, aveva appena 18 anni. Nei Ladri di cinema di Piero Natoli ha esordito come attore. Nel film di Marco Bellocchio Fai bei sogni, Fai bei sogni, che ha il potere di segnarlo molto, a quanto dice.

Paola Cortellesi è stata l’attrice con cui l’attore ha avuto una relazione a lungo termine prima del loro matrimonio. Nonostante la rottura della loro storia d’amore, i due sono rimasti amici intimi e hanno persino collaborato a un progetto.

Valerio Mastandrea e l’attrice Chiara Martegiani hanno una relazione sentimentale dal 2016. Nella Scuola di Amici 2006/2007, la compagna di Valerio è nata il 12 agosto 1987, sotto il segno zodiacale del Leone, ed è stata eliminata dopo poche settimane. Dopo il talent show di Maria De Filippi, la ragazza ha iniziato a studiare recitazione.

Nel corso della sua carriera, l’attore è apparso in più di 70 film, molti dei quali ha anche recitato. Le sue interpretazioni nei film La prima cosa bella, Gli equilibristi, Viva la libertà e Fiore gli sono valse dieci nomination ai David di Donatello (più uno come miglior produttore). Ha vinto il premio quattro volte.

Età Valerio Mastandrea
Età Valerio Mastandrea

Oltre a In una barca a vela nella direzione sbagliata e N – Napoleon and I, alcuni dei suoi altri film sono degni di nota. Per favore, Diabolik, non farlo più. È di nuovo quel periodo dell’anno! È la sedia che porta felicità. Il resto dei miei giorni, ho avuto il giorno migliore. Un romanzo ispirato a un massacro, Persone che sono completamente estranee l’una all’altra, tra le tante.

La sua data di nascita era il 14 febbraio 1972 a Roma. Con “Ladri di cinema” (1994), per la regia di Piero Natoli, esordisce nel cinema e intraprende una carriera di successo nel settore.

Maurizio Costanzo Show, programma televisivo in cui è apparso più volte al teatro Parioli di Roma, lo ha reso famoso e noto al grande pubblico.

Nel 2005 esordisce alla regia con il cortometraggio “Trevirgolaottantasette”, scritto da Daniele Vicari e da lui diretto.

Le “morti bianche” in Italia sono oggetto di un cortometraggio in questa raccolta. Secondo il titolo, ogni giorno muore in media un lavoratore italiano.

La data di nascita di Mastandrea è il 14 febbraio 1972 nel quartiere Garbatella di Roma, dove è cresciuto; è anche il luogo in cui ha frequentato il liceo.

Una giovinezza travagliata, segnata dal divorzio dei genitori e da numerose vicende personali, lo porta a scrivere il Maurizio Costanzo Show nella speranza di apparire nello show, diventando ben presto uno degli ospiti abituali dello spettacolo.

Ha solo 19 anni, si è laureato da poco, e ha esordito sul grande schermo nel 1994 con Ladri di cinema di Piero Natoli.

Età Valerio Mastandrea

Palermo Milano – One Way Only (1995) e il film a basso budget Crescerà I artichofi a Mimongo (1996) richiamano l’attenzione su questo piccolo ruolo.

Durante il Locarno Film Festival del 1996 gli è stata assegnata la Grolla d’oro per la sua interpretazione in Tutti i piedi per terra e ha anche recitato nel telefilm Infiltrato (1996), la sua prima esperienza di recitazione in televisione (1997).