Nilla Pizzi Causa Morte

Nilla Pizzi Causa Morte, Nata a Sant’Agata Bolognese, è diventata famosa in Italia negli anni ’50 e ’60. Sia “Grazie dei fiori” che “Vola colomba” le valsero il primo e il secondo premio al Festival di Sanremo nel 1951 e nel 1952. “Papaveri e papere”, la versione originale di “Poppa Piccolino”, è una delle sue canzoni più popolari.

Nilla Pizzi Causa Morte
Nilla Pizzi Causa Morte

In una clinica milanese è morta sabato mattina Nilla Pizzi, 91 anni. Secondo il suo agente, Lele Mora, la cantante è morta intorno alle 6 del mattino; aveva subito un intervento chirurgico con successo tre settimane prima e si stava riprendendo quando il suo cuore ha ceduto.

Accanto a lei siedono Alba, la sua segretaria e il medico di turno. La data e il luogo del funerale verranno decisi lo stesso giorno. Passato e futuro si intrecciano a Sanremo “Secondo la lettera di Costanzo del 1997, “È ora che inizi il festival”.

Nell’edizione dello scorso anno, pochi giorni prima delle celebrazioni per il suo 91esimo compleanno, la regina della canzone italiana è tornata sul palco dell’Ariston e ha perfezionato l’inflessione della sua canzone caratteristica, ottenendo un’ovazione da parte del pubblico.

Cominciò con le esibizioni militari e la vittoria al concorso Eiar del ’42 a Montecatini (ma la sua voce fu inizialmente osteggiata dalla radio perché giudicata “moderna, esotica e sensuale”), tra l’orchestra Zeme e la grande Angeline. Nilla (all’anagrafe Adionilla) Pizzi nasce il 16 aprile 1919 a Sant’Agata Bolognese.

Pioniere di Miss Italia e di altri concorsi di bellezza, a soli 18 anni vince le “Cinquemila lire per un sorriso”, ai tempi dei record a 78 giri. Una volta a Sanremo nel 1951, sarai in edizione radiofonica. Solo tre artisti sono stati scelti per eseguire i venti brani selezionati: Nilla Pizzi, Achille Togliani e il Duo Fasano.

“Serenata a nessuno”, “Grazie dei fior” e “La luna si veste d’argent” sono tutti primi, secondi e terzi classificati per l’artista bolognese.

Con “Vola colombà”, “Papaveri e paperè” e “Una donna prega”. Il suo compenso per una sua serata salì da diecimila lire a 18.000 lire subito dopo ‘Vola colombà, come ricordano i giornali dell’epoca (più spese).

Nilla Pizzi Causa Morte
Nilla Pizzi Causa Morte

L’anno è il ’58, vince Domenico Modugno con “Nel blu dipinto di blu”, con Nilla seconda con “L’ederà”. In scena a Sanremo nel 1981, Alice (‘Per Elisà), come co-conduttrice con Claudio Cecchetto ed Eleonora Vallone, e di nuovo sulla copertina del magazine.

Il suo stile melodico può essere un ricordo evocativo per alcuni, ma Nilla Pizzi non si ferma: la sua musica è sempre accolta calorosamente dalle comunità italiane negli Stati Uniti, in Sud America e in Australia.

Per un indistruttibile sodalizio canoro, Giorgio Consolini si unisce spesso alla sua coetanea, suo compaesano e altro prezioso esempio di longevità artistica. Sanremo ritorna nel 1994, dove canta con la “Squadra Italià”, che comprende Wess, Gianni Nazzaro, Jimmy Fontana, Rosanna Fratello, Tony Santagata e Lando Fiorini oltre a Wilma Goich, l’ex fratello Cionfoli, e Wilma Goich.

Pizzi e il Gruppo 2080, tre salernitane apparsi nel programma televisivo di Paolo Limiti alla fine degli anni ’90, hanno collaborato a una versione “rap” della canzone “Grazie dei fior” nell’estate del 2001.

Il 10 agosto dello stesso anno l’artista è al centro dell’attenzione alla celebrazione del Gay Pride di Torre del Lago (Lucca). Qual è il segreto del successo dell’autore? “In recenti interviste, l’artista ha descritto questa canzone come “la bella canzone popolare italiana” che fa alzare la gente, ballare e cantare ovunque tu vada: feste, matrimoni, picnic, viaggi in autobus. Il genere di cose che ti fanno ridere, sorridere, e forse anche ricordare bei ricordi.

MILANO – È morta questa mattina a Milano Nilla Pizzi, la regina della canzone italiana. È stata una star del Festival di Sanremo negli anni ’50 e le sue interpretazioni di brani come Grazie dei fior, Vola colomba e Papaveri e papere l’hanno resa una delle cantanti italiane più apprezzate di tutti i tempi grazie alla radio e alla televisione.

Nilla Pizzi Causa Morte

Dopo aver vinto la prima edizione nel 1951 con Grazie dei fiors, è diventata una sorta di icona del festival. Nel 1919 Nilla Pizzi nasce a Sant’Agata Bolognese con il nome di Adionilla. Il 16 aprile avrebbe compiuto 92 anni.

Nelle tre settimane successive all’operazione, è stata in ospedale. Fu annunciato dal suo attuale agente, Lele Mora, che la “regina della musica italiana”, come era stata chiamata in numerose occasioni, era morta.