Ferruccio De Bortoli Malattia

Ferruccio De Bortoli Malattia, Sia io che Giovanna abbiamo sempre combattuto contro l’idea che il cancro sia una malattia incurabile perché non potevamo sopportare la “miseria inutile” che Sergio Zavoli definì “sofferenza inutile”.

È stato generalmente riconosciuto che, una volta che a un paziente è stata diagnosticata una malattia terminale, l’attenzione principale dovrebbe spostarsi sul fornire loro un supporto fisico e psicologico continuo.

Ferruccio De Bortoli Malattia
Ferruccio De Bortoli Malattia

Ci sono cure per i malati terminali che non sono cure per persone che stanno per morire, ma cure che aiutano le persone a mantenere la loro qualità di vita e la loro dignità fino alla fine della loro vita.

Qualcuno deve ascoltare e capire chi soffre per alleviare la sua angoscia e calmarlo. Nel corso di 34 anni, i team di assistenza domiciliare di Vida hanno fornito assistenza a oltre 30.000 pazienti in questo modo.

Vidas, come il fondatore dell’azienda, ha deciso di trovarsi in più posti contemporaneamente. È rappresentato ciascuno dei 104 comuni lungo la tangenziale, dalla città più grande di Milano alle cascine più lontane.

Vidas è riconosciuta e apprezzata nelle piccole città di tutto il paese per i suoi contributi alle arti. Poiché Giovanna crede che ai giovani debba essere insegnato un modello di successo diverso da quello dei risultati economici e sociali, ha espresso la sua gioia per l’emergere di una nuova generazione di volontari intorno a Vidas su base regolare.

Sebbene il 29 maggio 2003 fosse stato riferito che De Bortoli si sarebbe dimesso dal quotidiano di via Solferino per motivi personali, le sue dimissioni sono state ampiamente pubblicizzate dopo il suo annuncio.

Secondo Marco Travaglio e Peter Gomez se ne andò a causa dei suoi rapporti sempre più tesi con Silvio Berlusconi e alcuni suoi soci, come Cesare Previti e Niccol Ghedini, oltre che con il governo per la maggior parte del periodo.

Ferruccio De Bortoli Malattia
Ferruccio De Bortoli Malattia

Biondani, giornalista del Corriere della Sera, ha affermato che nell’autunno del 2001 Forza Italia ha tentato di far promulgare la legge sulle rogatorie estere, che avrebbe aiutato Cesare Previti nel processo SME.

I rapporti tra via Solferino e la Casa delle Libertà si deteriorarono a seguito di un lungo scambio epistolare tra de Bortoli, Ghedini e Previti all’indomani dello scambio epistolare.

Inoltre, in un editoriale dal titolo “Sensazioni spiacevoli”, il direttore di Corsera ha criticato aspramente la ratifica della legge Cirami (“onorevoli avvocati”), spingendo i legali del premier Gaetano Pecorella e Niccol Ghedini a sporgere denuncia contro Corsera e il quotidiano.

“Possedeva un comportamento calmo e la capacità di entrare in empatia con le tribolazioni degli altri”, afferma l’autore. Si prendeva cura degli altri in un modo che andava al di là delle relazioni superficiali che stabiliamo tra di noi, che possono portarci a trarre vantaggio dagli altri nel processo.

Anche se aveva rinunciato alla speranza, il mio affetto per lui era fondato sulla sua perseveranza e sulla sua ferma convinzione che i malati non sono gli ultimi, non sono lo spreco, e che anche se non hanno speranza, devono essere circondati dalla vera sentimenti anche se non hanno speranza

La premessa fondamentale è che il livello di civiltà di un paese può essere determinato dal modo in cui tratta i suoi abitanti malati terminali, che potrebbero non avere molto tempo a disposizione ma che meritano di vivere una vita di alta qualità mentre sono ancora vivi.

Non c’è nessuno a cui respingiamo e i nostri servizi sono assolutamente gratuiti. I pazienti possono contattarci a qualsiasi ora del giorno e della notte e risponderemo il prima possibile alle loro esigenze. Quando un paziente si avvicina alla fine della sua vita, gli stessi ospedali si avvicinano a noi.

In contrasto con i 20 posti letto dell’hospice, forniamo assistenza domiciliare a 200 pazienti. In questa mostra sono presenti anche altre regioni d’Italia.

Ferruccio De Bortoli Malattia

Una piccola parentesi: Ferruccio de Bortoli, che continua a scrivere di economia e attualità per il Corriere della Sera e altri giornali, è uno dei miei giornalisti preferiti nel mondo. È uno dei miei giornalisti preferiti al mondo.