Lucia Goracci Marito

Lucia Goracci Marito, Per me, tutto è iniziato nel momento in cui ho tenuto una penna in mano per la prima volta. In alternativa, può essere utilizzato un pennarello, che è più tipicamente utilizzato dai bambini.

Per dirla in altro modo, sono fiducioso nella mia capacità di sostenermi solo attraverso i miei sforzi di scrittura. A causa della propria vocazione o della necessità della propria esistenza, la propria esistenza è costretta.

Lucia Goracci Marito
Lucia Goracci Marito

Una componente importante di questa ambizione è il desiderio di imparare il più possibile viaggiando. Ad oggi, non riesco a decidere se viaggio per il gusto di scrivere o viceversa.

Era solito viaggiare spesso in paesi dove i musulmani costituiscono la maggioranza della popolazione, fino a qualche anno fa (Iran).

L’universo, piuttosto che essere un’entità monolitica e appiattita, è in realtà un mondo significativamente più intricato e sfaccettato di quanto avessimo creduto in precedenza. È possibile prevedere quale rotta prenderanno in futuro questi paesi?

Lucia Goracci ha iniziato la sua carriera di giornalista professionista facendo parte della redazione del TGR Sicilia e conducendo le edizioni pomeridiane e serali dei programmi pomeridiani e serali della stazione.

Successivamente è stata assegnata al Medio Oriente come giornalista del Tg2.

Era interessata al processo di assunzione perché lavorava come emittente del Tg3. Inoltre, hai sempre lavorato come corrispondente estero, in particolare in Medio Oriente o America Latina, oltre al tuo lavoro quotidiano come produttore televisivo.

I suoi resoconti del terremoto del 2010 ad Haiti e della guerra civile libica sono stati entrambi trasmessi in televisione.

Lucia Goracci Marito
Lucia Goracci Marito

I programmi e le edizioni in studio sono stati intervallati da trasmissioni in altre parti del mondo, in particolare il Medio Oriente e il Sud America, per fornire una prospettiva più globale.

La situazione attuale in Afghanistan è stata oggetto di molta attenzione negli ultimi mesi.

A Kabul, è stata assegnata ad assistere nel trasporto aereo dei profughi afgani dalla capitale del Paese.

Da quando i talebani hanno preso il controllo dell’Afghanistan, sei stato in contatto con le autorità italiane per molte ore ogni giorno per fornire aggiornamenti sulla situazione lì.

Francesca Fialdini condurrà oggi, 18 settembre 2021, la trasmissione di Rai Uno “Da noi… a ruota libera” e il compagno di Lucia Goracci Miki Stojicic sarà ospite della trasmissione “Da noi… a ruota libera”.

La natura della sua vita amorosa è qualcosa su cui non è mai stata particolarmente disponibile perché mantiene la massima riservatezza e attribuisce un valore elevato al suo lavoro, che spesso e volentieri la induce a testimoniare e ad essere testimone di eventi inconcepibili dal punto di vista emotivo.

La Refugee Assistance Initiative (RAI) l’ha inviata a Kabul dopo che i talebani hanno preso il controllo del paese nell’agosto 2021 per garantire l’evacuazione dei rifugiati afgani.

È tornata quella sera, il 27 agosto, nell’ambito del volo di evacuazione finale per il governo italiano.

Nonostante il giornalista fosse tornato a Kabul come corrispondente della Rai pochi giorni dopo l’inizio di settembre, ora stava riportando da una città che ora era sotto il controllo dei talebani.

Personaggio intrigante della scena mediatica italiana, Lucia Goracci (classe 1969) è una giornalista che lavora per la RAI.

La giornalista ha realizzato il bellissimo documentario Le bambine non vanno a scuola con l’uso della macchina fotografica, e per il suo impegno in questo settore è stata insignita del prestigioso Premio La Penna Rossa.

Lucia Goracci Marito

Lucia ha acquisito un’incredibile raccolta di onorificenze nel corso della sua carriera, tra cui i premi Ilaria Alpi e Luigi Barzini, tutti guadagnati avendo il coraggio di andare in battaglia e raccontare il piano del conflitto dalla prima linea di il conflitto.