Età Aleandro Baldi

Età Aleandro Baldi, Pubblicato nel marzo 1987, l’album di debutto di Aleandro Baldi è stato registrato con i musicisti Maurizio Fabrizio, Raf e Giancarlo Bigazzi e presenta la musica di questi musicisti.

La curva dei sorrisi di Baldi, discoteca per il festival estivo, sarà quell’anno il primo posto nella “categoria giovani”.

Età Aleandro Baldi
Età Aleandro Baldi

Nel 1989, quando torna a Sanremo per esibirsi in E così sia, si classifica terzo per “settore in crescita” cittadino (titolo del suo secondo album).

Nel 2002, in seguito al successo del singolo I Care, che era un brano dedicato a Don Milani, pubblica la raccolta Il meglio e il nuovo, che includeva il brano “I Care”.

Una delle cinque canzoni inedite del CD è una canzone scritta per Baldi da Federico Salvatore per il Napoli Film Festival nel 2001, intitolata Ninna nanna ‘e mare, che è stata creata per Baldi ed eseguita al festival (Non amarmi).

Nel 1994 si esibisce ancora una volta all’Ariston, questa volta tra i “Campioni”, e con Passerà vince la classifica finale, guadagnandosi il tanto atteso successo.

Baldi ha deciso di prendersi una pausa dai riflettori per il momento dopo una serie di esibizioni di successo e apparizioni in rassegne di canto durante tutto l’anno.

Non Amarmi è stato interpretato da Aleandro e Francesca Alotta all’Ariston nel 1992 e ha raggiunto la posizione numero dieci per dodici settimane consecutive da record.

Come ingresso ufficiale al concorso di Sanremo, verrà inserito un altro dei suoi classici, Passerà.

Al contrario, Jennifer Lopez e Marc Anthony hanno eseguito la canzone Non amarmi, che è diventata un enorme successo in tutto il mondo.

Le due canzoni vincitrici del Festival di Sanremo di Aleandro, invece, sono diventate dei capolavori senza tempo, cosa non da poco.

Età Aleandro Baldi
Età Aleandro Baldi

Il fatto che Baldi sia un abile interprete che meriti più consensi di quelli che ha guadagnato finora è innegabile, ma non è certo che la sua popolarità riguadagnerà, per non parlare di superare, quella delle sue precedenti incarnazioni.

Beppe Bigazzi gli ha offerto l’opportunità di gareggiare al Festival di Sanremo come una delle nuove proposte, e il brano E la nave va si è piazzato al secondo posto tra le nuove proposte, guadagnandosi l’opportunità di esibirsi al festival.

Ha vissuto un’ascesa stratosferica alla ribalta, seguita da un lento calo dell’interesse pubblico poiché abbiamo imparato sempre meno su di lui.

Aleandro Baldi è nato l’11 aprile 1959 a Greve in Chianti (Firenze), sotto il segno zodiacale dell’Ariete, e si trova a 176 centimetri di altezza. È figlio di un contadino e di un pittore.

Dopo una serie di successi nei suoi primi anni da musicista, vince il Festival di Sanremo nel 1994 con il brano Passerà. In precedenza aveva vinto il festival con altre canzoni.

Enzo Lazzerini e il cantautore collaborarono al libro Il sole dentro, all’epoca pubblicato.

Nel 2010 ha conseguito la laurea in chitarra presso il Conservatorio. Oltre a ciò, Aleandro è uno specialista in musicoterapia, cosa per lui particolarmente rilevante per il fatto che è un individuo legalmente cieco.

Ma quanto sappiamo davvero di Aleandro Baldi? Non vedi l’ora di saperne di più su un famoso cantautore che sta creando qualcosa di unico per noi, insieme a Pio e Amadeo?

Nonostante sia meglio conosciuto per la fantastica canzone “Don’t love me”, questo è praticamente tutto quello che c’è da sapere su di lui. Dai, andiamo a fondo di questo.

Nato l’11 aprile 1959 a Greve in Chianti, in Italia, è un noto cantautore e chitarrista italiano che si è esibito in tutto il mondo.

Età Aleandro Baldi

Nonostante sia apparso per la prima volta al Festival di Sanremo nel 1986, è stato solo sul palco dell’Ariston nel 1992, quando si è esibito con Francesca Alotta e ha cantato la canzone “Don’t love me”, che ha cementato pienamente il suo posto nella musica italiana scena come artista solista. Da quel momento in poi, il successo è stato seguito dal successo.