Gianluca Vialli Malattia

Gianluca Vialli Malattia, Come sarebbe sfortunato perdere tutto ciò che la vita ha da offrire se non si sfruttano al meglio le proprie opportunità.

Quando si parla di Vialli, non c’è tempo per inseguimenti frivoli perché la consapevolezza che morirà presto è la forza trainante di tutto ciò che fa. Non vale la pena perdere tempo in attività frivole.

Gianluca Vialli Malattia
Gianluca Vialli Malattia

Nient’altro conta per il resto della tua vita; non hai tempo per nient’altro che ciò che ti piace e ciò che ti motiva. Quando dico che ho paura di morire, mi riferisco al fatto che siamo qui per scoprire qual è lo scopo della vita.

Quando Gianluca Vialli giunge alla fine della sua lezione, ha già cominciato a parlare di morte e di morire senza filtri. Inoltre, capisco che il concetto di morte ci aiuta ad apprezzare e comprendere il valore e il significato della vita.

La paura di non riuscire a portare a termine tutti gli obiettivi che mi sono prefissato, insieme all’entusiasmo per i prossimi impegni, mi fa sentire immensamente fortunato.

Sebbene Vialli soffra di acuta consapevolezza e malattia, crede che la malattia possa insegnargli molto su se stesso e fornire un’opportunità. Per dirla in altro modo, “Non sto dicendo di essere contento per il cancro”.

Dal 2017 l’ex giocatore cremonese soffre di cancro al pancreas.

La malattia di Vialli sembra essere migliorata di recente ed è tornato in campo per ricoprire il ruolo di Capo Delegazione della Nazionale Italiana.

Roberto Mancini ha ricevuto un abbraccio significativo dal suo compagno di mille battaglie alla vigilia della finale degli Europei allo stadio di Wembley.

Le lezioni più essenziali della vita gli vengono insegnate dal padre attraverso la sua malattia, mentre spiega al figlio ciò che ha imparato dalla sua malattia.

È molto più facile rilevare il desiderio di felicità se riesci a identificare un motivo per cui vale la pena risolvere le difficoltà, perché vale la pena essere infelici o perché vale la pena essere gioiosi.

Gianluca Vialli Malattia
Gianluca Vialli Malattia

“Tuttavia, cerco anche di dimostrare loro che è accettabile essere vulnerabili, piangere ed essere infelici”, spiega Gianluca Vialli.

Comprendere e accettare questi sentimenti, così come la comprensione che passeranno, sono essenziali.

Inoltre, come puoi davvero apprezzare la felicità se non hai mai conosciuto la disperazione prima?

Nel bel mezzo della malattia, ci sono dei momenti piacevoli. Gli eventi che si verificano nella tua vita rappresentano solo il 20% della tua vita totale, tuttavia la tua risposta a quegli eventi rappresenta l’80%.

Anche se la malattia stessa può insegnarti molto su te stesso, può anche offrirti l’opportunità di scoprire qualcosa di completamente nuovo su di te. Questa non è una dichiarazione in cui esprimo gratitudine per avere il cancro.

Poiché sono così entusiasta di tutti i progetti su cui sto lavorando, nonostante la mia preoccupazione di non riuscire a portarli a termine tutti, questa è una manna dal cielo.

Nonostante i playoff di qualificazione Qatar 2022 si siano conclusi solo poche settimane fa, Vialli non ha nascosto la sua volontà di tornare nella formazione titolare della nazionale, come ha fatto durante il torneo Euro 2020.

Gianluca Vialli soffre della malattia dal 2017. Gli è stato diagnosticato un cancro al pancreas solo quattro anni fa, quando era ancora un bomber.

L’ha colto di sorpresa quando ha ricevuto la notizia per la prima volta e avrebbe avuto un profondo effetto sulla sua vita. Nel corso degli anni, ha fatto i conti con la realtà della sua situazione.

Gianluca Vialli Malattia

«È venuto con me in treno – ha spiegato il capo delegazione a ‘Sogno Azzurro’ – e io devo andare avanti, guidare a testa bassa, senza mai mollare, sperando che un giorno questo ospite indesiderato si stanchi e lasciami vivere pacificamente per molti altri anni”.