Luca Vialli Malattia

Luca Vialli Malattia, Gianluca Vialli prosegue poi descrivendo la fine della vita e la morte nella sua interezza, senza l’uso di alcuna censura.

“Un’ulteriore scoperta per me è stata il modo in cui contemplare la morte mi aiuta ad apprezzare e comprendere il momento presente.

Luca Vialli Malattia
Luca Vialli Malattia

La paura di non riuscire a portare a termine tutti gli obiettivi che mi sono prefissato, insieme all’entusiasmo per i prossimi impegni, mi fa sentire immensamente fortunato.

Sebbene Vialli soffra di acuta consapevolezza e malattia, crede che la malattia possa insegnargli molto su se stesso e fornire un’opportunità. Per essere chiari, non sono contento per il cancro in alcun modo, forma o forma….”

Una semplice domanda su Netflix chiede come Gianluca Vialli abbia parlato con Cattelan del suo affetto per lei. Perché in quel momento era fuori sul campo da golf.

Questa è la situazione con cui ha a che fare dal 2017, quando frequentava il secondo anno di liceo nella città italiana di Cremona.

Nonostante le difficoltà, l’ex centravanti ha imparato ad apprezzare ancora di più la vita, mettendo la famiglia e le due figlie in cima alla lista delle priorità della sua vita, seguito da se stesso.

Conosciuto come Gianluca Vialli, soffre della malattia dal 2017. All’ex bomber è stato diagnosticato un cancro al pancreas quattro anni fa e da allora è stato curato. Non sarebbe più stato lo stesso a causa della notizia che lo aveva colto di sorpresa all’inizio.

Nel corso degli anni, ha fatto i conti con la realtà della sua situazione. “Sono bloccato su questo treno a causa sua, sperando che un giorno questo passeggero indesiderabile si stanchi e mi lasci in pace così da poter fare tutte le cose che voglio fare per il resto della mia vita”, il capo delegazione dichiarato durante il ‘Sogno Azzurro’.

Alcune delle preoccupazioni di Vialli sono le seguenti: “Perché, sai, sono davvero terrorizzato a morte. Nel momento in cui la luce si spegne, non ho idea di cosa ci sia dall’altra parte del sipario. Ma – continua – io’ Non vedo l’ora di scoprire cosa è successo.

E ho capito che riflettere sulla mortalità ci aiuta ad apprezzare ea dare un significato al momento presente, cosa che prima non mi rendevo conto.

Luca Vialli Malattia
Luca Vialli Malattia

Avere la possibilità di completare tutto sulla mia lista di cose da fare ed essere entusiasta di tutti i progetti a cui sto lavorando attualmente è qualcosa per cui sono grato”.

Come l’ex giocatore della Juventus ha riflettuto sulla sua esperienza in Russia, “Roberto è il monarca assoluto, anche se l’ambientazione si trasforma in una certa democrazia”, ​​ha rimarcato dell’organo di governo del torneo. Grazie per l’opportunità che mi ha fornito; è un ottimo leader “…..

Nel mezzo della malattia, ci sono anche momenti meravigliosi da vedere. Solo il 20% della tua vita è composto dagli eventi che ti accadono, con il restante 80% costituito dalle tue risposte a quegli eventi.

Una malattia potrebbe insegnarti molto su te stesso e sulla tua personalità, ma può anche essere un’opportunità per scoprire qualcosa di nuovo su di te. No, non sto insinuando che sono grato per il mio cancro “In effetti, in effetti

Di conseguenza, uno dei suoi numerosi slogan mentre affinava le sue capacità era “Il disturbo non è solo dolore”.

Ha anche la sua parte di momenti sinceri. È possibile imparare molto su te stesso e sul tuo trucco fisico quando non stai bene. Puoi anche spingerti ancora più in là di quanto saresti se non fossi malato.

Di conseguenza, la considero una finestra di opportunità. Il mio atteggiamento verso il cancro non è di gratitudine, ma piuttosto di accettazione, come ho detto in precedenza.

È qualcosa che ho menzionato in precedenza. Se mai tentassi di combattere il cancro da solo, sarei completamente esausto.

Come compagno di viaggio, spero che alla fine ti stancherai e mi dirai: “Mi annoio”. “Okay, ho indurito il tuo cuore. Una volta che hai scelto un percorso, sei pronto per iniziare.”

Ancora una volta: “”La paura di non essere in grado di portare a termine tutte le cose che voglio fare, il fatto di essere tremendamente entusiasta di tutti i progetti che ho, è qualcosa che considero una grande benedizione.” ” Continua Vialli. “Mi considero davvero fortunato in questo senso”.

Luca Vialli Malattia

“La malattia non è solo fonte di dolore, ci sono anche momenti piacevoli”, continua l’ex calciatore.