Linda Raimondo Figlia Di

Linda Raimondo Figlia Di, Originaria di New York, Linda Raimondo è cresciuta come figlia di un astronauta e di una casalinga, entrambe appassionate di viaggi nello spazio.

L’Agenzia Spaziale Italiana ha riconosciuto formalmente la sua sonda a palloncino lanciata all’età di 18 anni dopo che era stata ufficialmente riconosciuta da lei all’età di 16 anni. Ha iniziato a organizzare conferenze di astronomia all’età di 16 anni.

Linda Raimondo Figlia Di
Linda Raimondo Figlia Di

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato loro un premio nell’ambito del concorso “Space Exploration Master” per il loro lavoro su una proposta per restituire campioni dalla Luna e dagli asteroidi sulla Terra.

A causa della competizione, potrà trascorrere un anno conducendo ricerche presso il Marshall Space Flight Center della NASA a Huntsville, in Alabama.

Nel 2017 è stata selezionata dall’Agenzia spaziale europea per un progetto di costruzione di basi su Marte e l’anno successivo è passata alla finale del concorso “Odysseus”. Lei ha rappresentato l’Italia al primo “Geospace Astronaut Training” in Islanda, svoltosi all’inizio di quest’anno.

Anche se Linda Raimondo non avesse vinto due concorsi dell’Agenzia Spaziale Europea da giovane, sarebbe comunque considerata un “alieno”.

Nonostante fosse appena alle medie, questo 22enne era già ossessionato dalle celebrità; ha condotto interviste con Samantha Cristoforetti e parlato con Margherita Hack tramite Skype, e durante il liceo ha organizzato mostre e conferenze con scienziati.

Il sogno d’infanzia di diventare un astronauta l’ha portata a viaggiare in Islanda per il suo primo addestramento per astronauti geospaziali e poi negli Stati Uniti per la sua vittoria nel concorso “Space Exploration Master” dell’Agenzia spaziale europea, che ha vinto (ESA).

Linda è diventata il nuovo volto dell’educazione scientifica per bambini in televisione, dopo la laurea in fisica all’Università di Torino. Il suo spettacolo “Space to ground” è stato presentato in anteprima a gennaio ed è il primo del suo genere al mondo.

Quindi? La strada per diventare un astronauta è lunga e tortuosa, ma è mia ambizione completarla. Un master è essenziale, così come almeno tre anni di esperienza rilevante in materia.

Non si sa nemmeno quando avrà luogo il prossimo round di scelte dell’ESA; l’ultima tornata, che ha visto la selezione di Cristoforetti e Parmitano nel 2009, si svolgerà. Intendo fare tutto ciò che è in mio potere per raggiungere i miei obiettivi. Nonostante il mio forte desiderio di spazio, non riesco a lasciarmi sedurre da esso.

Linda Raimondo Figlia Di
Linda Raimondo Figlia Di

Puoi essere trovato su Instagram con la maniglia @Astro Lind. “Non diffondo informazioni scientifiche sui social media, ma condivido le mie esperienze”. Per trasferire la mia passione e ispirare le persone che mi seguono, soprattutto quelle giovani, a non rinunciare mai ai propri sogni, voglio condividere con voi la mia storia. Nella nostra società manca il rispetto per i giovani e molti si sentono scoraggiati di conseguenza. Invece di farlo, il

Secondo Linda, non c’è più una differenza distinguibile tra gli alunni che studiano discipline umanistiche e quelli che studiano scienze al college. “Sento che questa disparità può essere fatta risalire alle generazioni che ci hanno preceduto, che hanno dovuto fare i conti con una cultura diversa”, continua.

Per altre giovani come lei, il consiglio di Linda sarebbe quello di sognare in grande, imparare tutto quello che puoi sul mondo e sforzarti di diventare sempre più una persona “internazionale”.

Per avere successo nel mondo altamente competitivo di oggi, sento che è essenziale uscire dal proprio guscio, conoscere e sperimentare realtà diverse dalla propria.

Come ha fatto negli ultimi tre anni, Linda Raimondo apparirà ancora una volta sullo schermo di RAI Gulp, dove educherà i giovani sull’importanza di esplorare e conoscere il cosmo infinito che li circonda.

Per dirla in altro modo, sono il futuro a lungo termine del paese. Quando avevo 17 anni, ho partecipato a un programma di scambio culturale negli Stati Uniti e ho imparato che la scuola non mi bastava.

Quando ho fatto il mio primo passo fuori casa, mi è sembrato che un mondo completamente nuovo si fosse aperto davanti a me. Invece di concentrarmi solo sulla mia fisica e sui miei interessi spaziali, ho ricordato a me stesso che “dovevo fare qualcosa di pratico, mettere le mani nella torta”.

Linda Raimondo Figlia Di

Sebbene sia fondamentale studiare, non puoi fare affidamento esclusivamente sui tuoi studi per assicurarti il ​​successo. “Abbiamo bisogno di più per progredire”.