Francesco Scali Malattia

Francesco Scali Malattia, Se l’esecutore non ha capelli, viso irregolare e due occhi grandi, è possibile che soffra di un disturbo raro o deformato. Non c’è nessun disturbo di cui soffra Francesco Scali. In realtà, è una persona che ha un alto livello di autocoscienza e senso dell’umorismo.

Francesco Scali Malattia
Francesco Scali Malattia

Francesco Scali è diventato una figura familiare nel mondo del cinema e della televisione grazie al ruolo di Pippo nella popolare serie televisiva Don Matteo 13 (noto anche come Don Matteo 13). Guardalo più da vicino ora, vero?

Le produzioni teatrali erano il mezzo preferito durante le prime fasi del movimento. Francesco Scali, invece, seppe imporsi rapidamente nel mondo del cinema e della televisione.

Nel 1984 Federico Fellini se ne accorge e lo inserisce nel film E la neve va. Successivamente, è apparso in Il nome della rosa di Jean-Jacque Annaud, uscito due anni dopo.

Il suo esordio televisivo avviene nel 1985, grazie a Quelli della notte di Renzo Arbore, e poco dopo lui e Nino Frassica iniziano a collaborare all’insegna della commedia.

Scali è apparso anche come comico in una serie di altri spettacoli nel corso degli anni, tra cui Colorado Cafè e Markette, solo per citarne un paio.

Inoltre, ha guadagnato importanza alla radio attraverso trasmissioni come Fortunatamente, c’è Radiodue. Nella serie televisiva Waiting for Adrian, che ha debuttato all’inizio di quest’anno, ha fatto un’apparizione.

Le sue caratteristiche peculiari (aspetto tranquillo, viso dai lineamenti irregolari, due grandi occhi, altezza circa 1,55 metri, e un caratteristico impedimento del linguaggio nell’esprimere il sibilo “loro”), nonché la sua naturale autoironia predeterminano la sua capacità di interpretare personaggi caricaturali di successo ma sempre nel ruolo di spalla.

Francesco Scali Malattia
Francesco Scali Malattia

Sebbene sia apparso nel video musicale di Tiromancino per “Due destinini”, è probabile che nessuno riconoscerebbe Francesco Scali come l’attore che lo interpretava.

È negli anni ’90 che incontra Nino Frassica, metà del duo comico Quelli della notte, insieme all’amico Renzo Arbore, che lo ispira a intraprendere la carriera televisiva. I due hanno lavorato insieme in numerosi tour comici.

A causa della loro capacità di far ridere il grande pubblico, sono considerati un duo comico unico nel settore. Sempre a marzo Nathalie Guetta ha iniziato a gareggiare in Ballando con le stelle di Milly Carlucci, una nuova sfida per la quale si allena da inizio anno.

Nel corso della serie, l’attrice ha fatto passi da gigante nella sua relazione con Simone Di Pasquale. Nonostante La Guetta non abbia vinto la competizione, le sue azioni hanno catturato l’attenzione di milioni di italiani.

Nathalie Guetta ha affermato di voler tornare in Francia, dove è nata e cresciuta, dopo aver trascorso alcuni anni nel paese in cui è nata. Come Francesco Scali, anche Nathalie Guetta compirà sessant’anni a settembre.

Francesco Scali Malattia

La sua prima apparizione con Frassica è stata nel film del 2010 Gli anni migliori (diretto da Carlo Conti), in cui ha interpretato il ruolo dell’aspirante cantautore Gianfranco Padda; nel 2011 è entrato a far parte di Frasica nel programma di Radiodue Meno male che c’e Radiodue; nel 2015 torna al Programma di Radio 2 ea Stracult di Rai 2, dove ancora una volta Frassica lo dirige; e nel 2016 è apparso su