Malattia Figlio Di Kledi

Malattia Figlio Di Kledi, Fu solo due settimane dopo la nascita di Gabriel che sua madre informò il ballerino che aveva avuto febbre e forti convulsioni, e che i medici successivamente stabilirono che aveva la meningoencefalite.

Malattia Figlio Di Kledi
Malattia Figlio Di Kledi

Per il piccolino, è stato l’inizio di un lungo e doloroso percorso che lo avrebbe visto trascorrere più di un mese e mezzo in terapia intensiva prima di tornare finalmente in famiglia.

Francesco Paolantoni è nato il 3 marzo 1956 nella città di Napoli. Gli spettacoli teatrali l’hanno affascinata sin da bambina, tanto che ha visitato per la prima volta il Circolo Artistico di Napoli quando aveva 70 anni.

Appena terminati gli studi, Francesco inizia a collaborare con una serie di organizzazioni teatrali, permettendogli di ottenere preziose informazioni sul mondo del teatro e gettando le basi per una futura carriera che sarà arricchita da numerose preziose esperienze.

Nel 2016 hanno accolto la loro prima figlia, Lea, nel mondo, e Kledi e Charlotte si sono sposati dal giugno di quell’anno. Gabriel è nato nell’agosto 2021 ed è stato descritto dalla coppia come “3.950 grammi di puro amore” nell’annuncio della gravidanza.

Solo ora hanno deciso di parlare della sua condizione perché volevano salvaguardare prima di tutto il figlio, la sorella minore e le proprie energie.

Dopo numerosi anni di servizio presso “Amici”, Kledi Kadiu ha ottenuto un ampio riconoscimento presso il grande pubblico grazie alla sua professionalità e disponibilità con gli studenti, caratteristiche che lo distinguono dai suoi coetanei.

Non sorprende che i fan del talent show si siano attaccati emotivamente a lui ea tutto ciò che lo circondava. Di conseguenza, molte persone hanno augurato ogni bene al ballerino per il suo imminente matrimonio con Charlotte Lazzari, che conosce fin dall’infanzia, così come per la nascita dei loro due figli, Lea e Gabriel.

Secondo l’ex ballerino di Amici, “Il nostro metodo riabilitativo precoce ci ha aiutato a capire a fondo come aiutare al meglio nostro figlio attraverso il gioco e la stimolazione mirata”.

Anche se non vogliamo fingere che tutto sia semplice, crediamo che la forza di volontà illimitata, la neuroplasticità, la tenacia e l’amore del nostro piccolo guerriero come il più potente stimolo di apprendimento siano tutte cose in cui abbiamo fede.

Ecco perché stiamo raccontando la nostra storia in questo momento. Quando accade qualcosa del genere, è possibile che una persona raggiunga il fondo e lotti per ritrovare le forze per arrampicarsi di nuovo.

Malattia Figlio Di Kledi
Malattia Figlio Di Kledi

La diagnosi di meningoencefalite è stata fatta 13 giorni dopo la nascita di Gabriel, quando ha sviluppato febbre e gravi convulsioni, a dimostrazione della difficoltà nel fare questo tipo di diagnosi. una prova che ci spingerebbe fino all’estremo

Gabriel reclamò le cose che gli erano state sottratte da un imprevisto con l’audacia di un eroe e la graduale riapertura dei suoi occhi.

Nonostante fossimo consapevoli che la nostra riabilitazione avrebbe richiesto mesi e mesi di cure specialistiche, siamo stati sollevati di poter tornare a casa dopo tutti gli esami e il ricovero.

I sintomi più comuni includono febbre, mal di testa, stato di coscienza alterato, difficoltà sensoriali, dolore e rigidità del collo. La noxiossina può anche causare nausea, convulsioni ed eruzioni cutanee, oltre a aprassia, afasia ed epilessia in rari casi. È anche tossico per il fegato.

Ci sono sia forme lievi che gravi della malattia, che possono portare alla mortalità in alcuni casi se non trattate. I pazienti che contraggono la meningoencefalite possono avere problemi di salute a lungo termine a causa della loro infezione.

Circa il 20% delle persone infette è a rischio di perdita dell’udito, convulsioni, danni cerebrali, difficoltà di apprendimento, amputazioni e cicatrici, tra le altre complicazioni.

Con Amici, dove fu interprete di spicco oltre che insegnante, il ballerino albanese divenne famoso in tutta Italia, grazie al suo lavoro con la compagnia. Kledi, d’altra parte, ha recentemente abbandonato la scuola ed è stato estremamente pubblico sulla sua decisione sulle piattaforme di social media.

Per segnare l’inizio di un nuovo capitolo della tua vita, vorrei inviarti i miei migliori auguri e incoraggiarti a lottare costantemente per ciò che desideri senza mai perdere di vista da dove vieni. I miei più cordiali auguri per i tuoi sforzi futuri.” “Ti auguro buona fortuna, amici!”

L’obiettivo di Kledi e Charlotte oggi è quello di servire da esempio per altri genitori che stanno affrontando difficoltà simili a quelle che stanno vivendo i genitori di Gabriel.

Malattia Figlio Di Kledi

“La differenza può essere creata dalle persone che scegli per essere al tuo fianco e da professionisti che fanno affidamento sul successo di tuo figlio”, ha detto un ex ballerino dei nostri amici. Kledi e Charlotte hanno inviato un messaggio di ottimismo e sono disposti a dare una mano a persone che stanno affrontando sfide simili.