Marina Rei Figlio

Marina Rei Figlio, Rei ha iniziato la sua carriera nella musica dal vivo all’età di 18 anni, quando ha iniziato a suonare in alcuni dei club più famosi di Roma. Il suo nome di nascita era Marina Restuccia e suo padre, Vincenzo “Enzo” Restuccia, era il batterista e tornitore di Ennio Morricone.

Marina Rei Figlio
Marina Rei Figlio

La madre di Rei era Ennio Morricone. Si è esibita sia come ballerina che come cantante di supporto in diversi programmi televisivi.

Inizia a produrre musica da ballo sotto lo pseudonimo di Jamie Dee, e diventa presto famoso negli Stati Uniti così come in altri paesi (soprattutto in Giappone). Burnin’ up, che ha registrato per la prima volta con la Flying Records nel 1991 e che aveva prodotto da Roberto Ferrante, era il titolo del suo singolo di debutto.

Il suo primo album in studio, intitolato “Twice Baby”, è stato pubblicato nel 1992. Max e Frank Minoia sono presenti nella sua seconda canzone, intitolata “Memories”. Different Moods era il titolo del suo primo album in studio, uscito in Giappone (Special love, il singolo estratto).

Marina Rei è nata a Roma da padre musicista e madre violinista. Il padre di Marina Rei, Vincenzo (detto Enzo), era un batterista dell’orchestra Ennio Morricone e la madre di Marina Rei, Anna Giordano, era una violinista dell’Orchestra Sinfonica di Roma.

Entrambi i genitori di Marina Rei erano coinvolti professionalmente nella musica. La morte di suo padre, Enzo, è avvenuta il 6 dicembre 2021. Marina usa Instagram per mandare i suoi ultimi addii a suo padre prima che muoia.

Da bambina era motivata dall’amore per la musica e l’arte che la sua famiglia condivideva, e questo ha plasmato sia i suoi hobby che il percorso che alla fine ha scelto per la sua carriera.

Fin dall’inizio della sua carriera, Marina Rei è stata riconosciuta per avere un gusto musicale distinto e diversificato. Le sue preferenze musicali vanno dal jazz e soul alla musica classica e tutto il resto.

Marina Rei Figlio
Marina Rei Figlio

Di conseguenza, la carriera professionale di un cantante si basa su una base di abilità naturali combinate con un notevole studio ed esperienza musicale.

Non ci volle molto a Marina per rendersi conto che quella location era perfetta per lei. Appena compiuti i 18 anni ha iniziato a esibirsi nei locali notturni della città principale del nostro paese. La sua carriera professionale è iniziata alla fine degli anni ’80, nonostante non abbia pubblicato il suo album di debutto fino al 1995.

Nel corso della sua carriera, Marina si è esibita all’Ariston in tre diverse occasioni. Al suo primo tentativo di partecipazione al concorso, è riuscita a vincere il Premio della Critica, nonostante gareggiasse in una categoria riservata alle idee innovative.

All’età di 18 anni, Rei è scappata dalla sua famiglia per perseguire la sua passione per la musica, qualcosa che i suoi genitori avevano coltivato in lei durante tutta la sua infanzia. Ora che ha raggiunto l’età legale per bere nei club benestanti di Roma, ha deciso di concentrare la sua vita professionale completamente sulla musica dal vivo.

Jamie Dee era il suo nome d’arte quando iniziò a registrare nei primi anni ’90 e di conseguenza divenne famosa.

Con l’uscita dei suoi primi album di danza, ha rapidamente raccolto molto interesse in tutto il mondo, in particolare in Giappone. Non dovrebbe sorprendere che il Giappone sia stato il paese che ha distribuito il suo album di debutto. Ha continuato la sua carriera editoriale negli anni successivi e alla fine è arrivata negli Stati Uniti d’America.

Marina Rei Figlio

Nel 1995, quando ha registrato le canzoni “Sola” e “Noise”, così come l’album omonimo, ha iniziato a esibirsi sotto il nome d’arte Marina Rei. Con l’aiuto di queste canzoni, ha fatto irruzione nell’industria musicale e si è rapidamente affermata come una voce nota nelle radio italiane.