Franco Simone Figlia

Franco Simone Figlia, Al Liceo Classico di Casarano, una scuola del Salento, ha ricevuto molti riconoscimenti per il suo eccezionale rendimento scolastico. Ha cantato solo per i suoi amici più cari. Dopodiché, lo hanno costretto a presentarsi davanti a tutti gli altri nella stanza.

Franco Simone Figlia
Franco Simone Figlia

A causa della raffinatezza della sua scrittura, la gente iniziò a chiamarlo “il poeta con la chitarra”. È possibile che la frase “Dal Salento alle Ande” sia il titolo più bello per un film sulla sua vita.

Dopo aver venduto milioni di album nel nostro paese, Franco ha raggiunto un livello di unicità attraverso i continenti che compongono la metà meridionale del pianeta, in particolare in America Latina.

Un Leone d’Oro alla carriera, due Gondole d’Oro, una laurea honoris causa in “Economia e Tecnologie della Comunicazione”, numerosi dischi d’oro e di platino, un premio a Bruxelles e uno ad Atene per il miglior album di musica etnica, la vittoria come autore su più di mille concorrenti al Festival di Via del Mar (il più importante dell’America Latina), i suoi testi studiati in Italia e numerosi altri riconoscimenti sono solo alcuni dei traguardi che gli sono stati conferiti.

La sua melodia rock-sinfonica “Stabat Mater” è stata elogiata dai revisori come a dir poco un capolavoro.

Sin dall’inizio, sia l’etichetta RI-FI Record che il produttore Ezio Leoni hanno avuto fiducia in lui. Questi individui sono da ringraziare per la nostra stima e ammirazione per Luigi Tenco, Adriano Celentano e Gabriella Ferri.

Dopo averlo ascoltato per la prima volta, Di Franco dice che la prima cosa che gli colpisce è “la sua intrinseca capacità di creare e una voce distintiva che usa con la naturalezza del suo respiro”. Di Franco è sopraffatto dallo stupore.

Alice Venditti e Antonello Venditti saranno visti in compagnia di Franco a bordo della “Gondola d’argento” a Venezia in futuro. La canzone “Chicks, Happy New Year!” è dedicato ad augurare a queste tre “esordienti di lusso” un gioioso inizio di nuovo anno con “sorrisi e canzoni”.

Franco Simone Figlia
Franco Simone Figlia

Nella nuova canzone della band, “Daughter”, la band riesce a catturare ancora una volta la voce dell’anima. Questa è innegabilmente una canzone che racchiude un notevole impatto emotivo e riesce a trasmettere l’ampiezza e la profondità dei sentimenti anche se descrive in modo tenero e artistico l’amore condiviso tra genitori e figli.

Indossa l’abito migliore che riesci a trovare, indipendentemente dal fatto che sia di colore chiaro o scuro, e fallo indipendentemente dalla sfumatura del colore. Non hai bisogno di molto trucco perché il paradiso ha già compensato il fatto che sei già una bellezza così sbalorditiva…

Nel 1976 fu dimostrato che l’album “Il poeta con la chitarra”, da cui è stato tratto il singolo “Tu… e so sia”, ebbe un successo commerciale.

Ha avuto anche un secondo successo da quel disco, e si chiama “Tiamento”, ed è ciò che lo mette in corsa per il premio invernale del Festivalbar.

Dopo aver ricevuto il premio “Paroliere” nel 1977 per i testi letterari da lui scritti, la critica di Monticelli Terme iniziò a definirlo il “poeta con la chitarra”.

Un altro giorno presenta Franco Simone, uno dei cantautori più iconici di tutti i tempi, che discute delle migliori canzoni degli anni ’70.

“”Mi hanno praticamente buttato sul palco, e non ho pensato minimamente di voler fare il cantautore”, ha detto il “poeta con la chitarra” nel soggiorno di Serena Bortone a Castrocaro. “Non ci ho pensato il minimo sul voler essere un compositore.”

Franco Simone Figlia

Fino a poco tempo non avevo idea che mia madre avesse una voce così adorabile. Mio padre mi diceva che si era impigliato con mia madre a causa della sua voce quando ero piccolo. A casa si cantava sempre molto”.