Lorenzo fontana famiglia

Lorenzo fontana famiglia: Oltre a questo, Fontana è stato Ministro degli Affari Europei di Giuseppe Conte quando quest’ultimo era Presidente del Consiglio. In passato ha ricoperto gli incarichi di Ministro della Famiglia e della Disabilità dal 1 giugno 2018 al 10 luglio 2019 e Vice Presidente della Camera dei Deputati dal 29 marzo al 1 giugno 2018. Oltre a che, ricopre il ruolo di Vice Segretario Federale della Lega, attualmente guidata da Matteo Salvini.

Lorenzo fontana famiglia
Lorenzo fontana famiglia

Fontana è un padre di famiglia; lui e sua moglie hanno una figlia. È un devoto cattolico tradizionalista e va alla Messa Tridentina nella Chiesa della Santissima Trinità dei Pellegrini, gestita dalla Fraternità Sacerdotale di San Pietro. È membro della Fraternità San Pio X. (FSSP).

Padre Vilmar Pavesi FSSP, sacerdote di quella chiesa, è il suo consigliere spirituale. Padre Pavesi è un noto monarchico e oppositore dell’aborto, del divorzio, dell’eutanasia e dei diritti LGBT. È anche un consigliere spirituale.

Oltre alle opinioni ultraconservatrici che ha, afferma, contrariamente alla maggior parte degli accademici esperti che lavorano nel campo, che la teoria del genere è reale e che viene insegnata nelle scuole italiane. Insieme all’immigrazione e ai matrimoni tra persone dello stesso orientamento sessuale, vede questa teoria come un rischio significativo.

Le sue convinzioni sono state piuttosto frequentemente al centro del dibattito, non solo nell’ambito della politica ma anche nell’ambito delle questioni sociali all’interno della Repubblica. Anche lui era considerato “omofobo”, ma lo contestava, dichiarandosi un cattolico che rispettava ogni persona.

Dopo aver ricoperto la carica di consigliere comunale a Verona dal 2007 al 2009, si è candidato alla Camera nelle liste leghiste della circoscrizione Veneto 1 alle elezioni politiche del 2008, ma non è riuscito ad ottenere l’elezione a tale carica.

Secondo un articolo apparso su Repubblica, Lorenzo Fontana trascorse l’infanzia in un pub a Saval. Saval è lo stesso quartiere che Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli, chiama casa. Entrambi i suoi genitori hanno iniziato a lavorare in ospedale come addetti alle pulizie, ma alla fine sua madre è salita di grado per diventare un’infermiera e suo padre è diventato un tecnico.

Le cerimonie canoniche e tridentine sono state eseguite durante il matrimonio di Lorenzo Fontana ed Emilia Caputo. Emilia Caputo è stata una nota napoletana al Parlamento Europeo. Quest’ultima è un’antica cerimonia che si svolge in latino e segue l’usanza stabilita al Concilio di Trento nel 1570 e rimasta in vigore fino al Concilio Vaticano II negli anni ’60.

Fr. Vilmar Pavesi, un sacerdote preconciliare particolarmente vicino ai tradizionalisti cattolici e talvolta citato come il “consigliere spirituale” di Fontana, officiò il matrimonio e officiò il matrimonio. Angelica è il nome del figlio della coppia insieme.

In un’intervista rilasciata nel 2020 alla Onlus Provita & Famiglia, che elenca tra le sue priorità la promozione della “famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna”, il legislatore ha affermato quanto segue:

Lorenzo fontana famiglia
Lorenzo fontana famiglia

Secondo Fontana, “La famiglia prima di tutto, primo tassello di una società ma anche come tassello più importante della battaglia d’identità”. Secondo Fontana, “La famiglia è l’entità principale che dobbiamo cercare di favorire in tutti i modi, anche attraverso una certa visione dell’economia e della società nel suo insieme”.

Il suo libro, intitolato “The Empty Cradle of Civilization”, ha una sinossi dell’argomento. Al centro del conflitto ci sono le seguenti questioni: opposizione all’aborto, o per lo meno sostegno alla “limitazione del diritto all’aborto”; opposizione alle unioni civili; opposizione ai matrimoni gay, che secondo lui non esistono; opposizione alle adozioni omogenitoriali e alle pratiche di fecondazione.

“Da un lato, l’indebolimento della famiglia e la lotta per i matrimoni gay e la teoria del genere nelle scuole, e dall’altro, l’enorme immigrazione di cui soffriamo e la contestuale emigrazione dei nostri giovani all’estero. Tutti questi problemi sono collegati tra loro e dipendono l’uno dall’altro per il fatto che questi elementi cercano di sradicare la nostra comunità e le nostre tradizioni. Il pericolo è la possibilità di perdere tutta la nostra gente.

Il genere lo oscura. Tutto ciò che non è conforme alle norme della famiglia tradizionale è squalificato. Unioni civili? Un raid nichilista. Le sue convinzioni contro l’aborto sono state pubblicizzate in numerose occasioni, dalle conferenze per la vita alle giornate in famiglia, a cui ha avuto l’opportunità di partecipare nel corso degli ultimi anni.

Anche con il rosario in mano, Salvini non ha mai viaggiato così lontano; ha sempre preferito mandarlo perché non possiede quell’eredità e non ha origine da quella storia. Ma non ha mai vacillato nella sua fede nella propria discrezione, e la sua solennità è chiarita da

il fatto che indossi il tipo di occhiali più comune disponibile.

stecche spesse e lenti rettangolari. Sufficiente per essere nominato suo vice. Quando Fontana è stato nominato Ministro della Famiglia nel governo di coalizione gialloverde, ha contestato ciascuna di queste posizioni. E come è riuscito a ingoiarlo?

“Vorrei intervenire per contribuire all’ampliamento delle strutture di consulenza nel tentativo di persuadere le donne a non abortire. Non faccio mistero di essere cattolico. E questo è il motivo per cui credo, e credo Diciamo anche, che l’unità naturale della società è la famiglia, in cui a un figlio è richiesto di avere sia una madre che un padre”, ha risposto senza soffermarsi troppo sull’argomento in un’intervista avvenuta in quelle settimane.

In poche parole Fontana ha pensieri ben definiti. Il giovane, classe 1980, originario di Saval, una periferia di Verona, ha iniziato la sua ascesa durante la festa di Bossi. Successivamente conobbe Salvini a Radio Padania. E con lui al suo fianco, ha scalato le vette.

Lorenzo fontana famiglia

Come capo del Dipartimento degli Esteri e come deputato della Lega, è ancora più deputato di Giorgetti. Fu lui a collegarlo inizialmente con Marine Le Pen. E anche se mette da parte il suo apprezzamento per il “grande risveglio religioso” della Russia, non si può dire che Orban abbia fatto lo stesso. Il tasso di natalità è aumentato da 1,3 figli per donna a 1,6 figli per donna come risultato diretto dei suoi sforzi.